Salone Nautico 2015: a Genova qualcosa si muove, ma il settore della pesca rimane ai margini

Visita da “appassionato di pesca” al Salone Nautico Internazionale di Genova 2015: la pesca ricreativa rimane davvero ai margini

Non si può certo dire che il Salone Nautico di quest’anno sia tornato ai fasti delle edizioni migliori. La distanza è e rimane abissale. Però qualcosa di meglio ad oggi si nota; alla giornata di sabato l’impressione è che l’afflusso di visitatori sia in aumento. Nulla di eclatante, ma aggirandosi fra gli stands e le banchine, non si può fare a meno di notare come un settore importante e storico dell’economia italiana stia cercando faticosamente di rialzare la testa. Si notano gli sforzi di organizzatori ed espositori e devo dire con piacere che finalmente quest’anno, in alcuni momenti, ho fatto fatica ad avanzare nei corridoi fra gli stands. Spero possa essere il segnale di una piccola ripresa che è quanto mai necessaria ed auspicabile, anche se i commenti “a microfoni spenti” degli espositori sono ancora critici per le difficoltà burocratiche ed economiche che ancora si devono affrontare, oltre ad una propensione alla spesa del pubblico che fa fatica a decollare.

Il Salone Nautico 2015 per i pescatori ricreativi

Purtroppo per noi pescatori camminare fra stands e barche rimane sempre una sostanziale delusione: pochi, anzi pochissimi, gli spunti che vengono offerti a tutti coloro che usano la barca per andare alla ricerca degli amati pinnuti. Fra questi degna di nota la presenza di una bella AL Custom 30 armata di tutto punto per il big game (clicca qui per approfondire). l sempre presente Calcagno propone, per gli amanti del gozzo pontato, una nuova versione del  Marlin 2068 con grande stiva anteriore a ribalta, attrezzata per riporre tutte le attrezzature da pesca senza dover ogni volta avere il fastidio di sbarcarle. In esposizione, a terra e in acqua, alcune belle imbarcazioni da pesca di varie metrature e tipologie, ma nessuna novità di grande rilievo. Interessanti gli stands dei produttori di elettronica, con tecnici competenti in grado di spiegare al meglio le potenzialità della nuova strumentazione, a mio avviso in forte espansione tecnica negli ultimi anni e nel prossimo futuro. Probabilmente in questo settore c’è e ci sarà uno step evolutivo tale da migliorare notevolmente le possibilità di pesca di tutti gli appassionati.

Considerando le difficoltà recenti, perchè non pensare ad affiancare al Nautico un padiglione con un’esposizione dedicata espressamente alla pesca? Potrebbe essere un punto forte per incrementare ulteriormente le possibilità di rilancio di una manifestazione vitale per Genova e la Liguria…

Salone Nautico 2015: a Genova qualcosa si muove, ma il settore della pesca rimane ai margini

Salone Nautico genova barche fisherman boats_01 Salone Nautico genova barche fisherman boats_02 Salone Nautico genova barche fisherman boats_03 Salone Nautico genova barche fisherman boats_04 Salone Nautico genova barche fisherman boats_05

Riccardo Castellaro

Grande appassionato di pesca in mare e di sci, divido la mia vita tra mare e montagna. La passione per il mare mi ha portato a studiare scienze ambientali. Pratico spinning, traina, drifting e altre tecniche di pesca. Spero che i video che realizzo sul mio canale youtube e su quelli di Pesca Dalla Barca TV e Pesca TV vi possano essere utili, insieme agli articoli che trovate sul sito di Pesca Dalla Barca o dell'associazione Lanterna Fishing. Se posso esservi utile per un consiglio non esitate a contattarmi commentando sul sito o sui miei social.