Rombo: più di un pesce!

La Psetta maxima non è la sola specie di rombo che si può pescare. Vediamo di saperne di più

Nel parlato quotidiano, il nome “rombo” viene usato per indicare diverse specie di pesci piatti, dunque non una sola. Si tratta di specie molto simili tra loro, appartenenti ad alcune famiglie dell’ordine Pleuronectiformes. Ecco alcune specie comunemente dette “rombo”: Lepidorhombus boscii (rombo quattrocchi), Lepidorhombus whiffiagonis (rombo giallo), Phrynorhombus norvegicus (rombo peloso), e poi, ancora Scophthalmus rhombus (rombo liscio), Zeugopterus punctatus (rombo camaso).

Rombo: caratteristiche morfologiche di questo pesce

Accomunando comunque queste specie nella comune dicitura di “rombo”, possiamo dire che questo pesce ha la forma tipica dei pesci piatti, con il capo compresso e i due occhi ravvicinati, entrambi sul lato superiore, un po’ come avviene per esempio per le sogliole. La livrea dorsale del rombo di solito è marrone. Potrà avere delle macchie più o meno accentuate e tendere ora al grigio ora al nero. Il ventre resta sempre molto chiaro, ora tendente al bianco ed ora leggermente al rosa o al grigio chiaro. Il rombo può raggiunge il metro di lunghezza per 11 chilogrammi di pesco anche se, attenzione, si tratta di casi limite. Diversamente l’halibut, specie atlantica non imparentata, può superare i 200 chili di peso.

Dove vive il pesce rombo?

I rombi solitamente vivono tra i 15 e gli 80 metri di profondità, anche se capita che si avvicinino alla costa (e spesso in vicinanza di foci). Questo avvicinamento costiero si ha soprattutto in inverno e alla fine del periodo freddo, per intenderci fino a marzo, quando sottocosta avviene la riproduzione di questo pesce predatore. Istinto aggressivo molto sviluppato, in queste circostanze può anche essere pescato a traina con i minnow e gli octopus, a patto di far lavorare le esche artificiali molto vicine al fondo, dando vita a una traina che spesso catturerà anche tracine e branzini. La pesca più classica è fatta con la tecnica della pesca a scarroccio, come ci mostra questo video di pesca del nostro collaboratore, il pluri-campione del mondo Marco Volpi.

Video di pesca di un grosso rombo

Un grosso rombo pescato da Marco Volpi (pluri-campione del mondo di pesca in mare)
Un grosso rombo pescato da Marco Volpi (pluri-campione del mondo di pesca in mare).

Pesca del rombo a bolentino

La Redazione di PescaTV.it (sezione pesca mare barca)

PescaDallaBarca TV è il canale di comunicazione italiano dedicato alla pesca in mare da natante, realizzato con l’impegno di una squadra di pescatori di prim’ordine tra i quali rientrano Marco Volpi, Diego Pizzeghello, Franco Nostrini, Matthieu Amato, Luciano Bonomo, Marcello Guadagnino, Riccardo Castellaro, Matteo La Bella, e molti altri ancora. La Redazione della sezione "Pesca a carpfishing" del gruppo Pesca TV è formata da pescatori, articolisti, fotografi, agonisti della pesca sportiva e videomaker appassionati di pesca. Proprio come te, anche noi abbiamo a cuore il rispetto della natura e la pratica del nostro passatempo preferito, la pesca. Oltre rispetto delle leggi scritte, vogliamo diffondere il rispetto di "leggi che non sono scritte", come per esempio il rispetto per i pesci. Siamo però contrari alle ingiustizie che i pescatori ricreativi subiscono e agli attacchi dei quali la pesca sportiva è vittima, primo fra tutti il bracconaggio e le vessazioni alla nostra categoria (vista dalla politica come una fonte per trarre guadagno).