Relitto Pelagosa: hot spot di pesca davanti a Genova Quarto

Relitto Pelagosa: hot spot di pesca davanti a Genova Quarto

Questa immagine è una scansione effettuata con la nuova tecnologia SideVu, in cui il nostro trasduttore, invece di lavorare verticalmente sotto la barca, verifica la struttura del fondale a destra e a sinistra della barca. Nell’immagine si vede chiaramente un immagine del relitto “Pelagosa” rovesciato in fondo al mare su un fondale di “grotto” a sinistra, e di fango a destra.

Si tratta di uno scafo posamine risalente al 1927, che all’epoca misurava poco meno di 70 metri per dieci di larghezza, ed ora si trova sul fondo del mare a queste coordinate: Latitudine 44° 23′ 2″, Longitudine 8° 59′ 34″.

Il sistema di scansione tipo SideVu, al quale ho fatto cenno all’inizio di questo post, ci conferisce un grande vantaggio, poiché con il sistema di ecoscandaglio tradizionale siamo in grado di coprire solo una piccola porzione sotto la nostra barca. Con il sistema SideVu riusciamo a verificare i fondali a decine di metri dalla nostra imbarcazione.

Riportiamo di seguito alcune immagini subacquee tratte da youtube.

Pesca in mare e relitti: Il Pelagosa, hot spot di pesca davanti a Genova Quarto