Esca viva e tonno: uno scappa e… l’altro lo sbrana e viene pescato

Tutto ripreso dall’ecoscandaglio: l’esca viva scappa, il tonno la sbrana e viene pescato

Un tonno è passato attraverso le nostre esche e piombi mentre eravamo intenti in una battuta di pesca a drifting (per chi non lo sapesse, proprio indirizzata alla cattura di questi grandissimi pesci predatori).

Il grosso pesce (pesava 180 chili) ha abboccato al sugarello vivo che era stato calato a 90 metri di profondità. Nell’immagine è possibile notare il sugarello vivo: si intravvede appena poiché al limite del cono dell’escoscandaglio. Le freccette che abbiamo aggiunto su questa foto, che non dimenticherò facilmente, permettono di interpretare più facilmente ciò che anche io e i miei compagni abbiamo visto e vissuto in barca in quell’occasione.

Pesca in mare dalla barca_ecoscandagli_schermate_pesci_fondali_walter ferraro_08