Cos’è quella macchia sull’ecoscandaglio? Walter Ferraro confronta due schermate

Cos’è quella macchia sull’ecoscandaglio? Walter Ferraro confronta due schermate

Pesca in mare dalla barca_ecoscandagli_schermate_pesci_fondali_walter ferraro_04
IMMAGINE 1 – ABBIAMO FILTRATO OGNI RUMORE.

Non è sempre facile capire a che cosa corrispondano le macchie che vediamo sull’ecoscandaglio. In questa prima immagine abbiamo filtrato ogni rumore presente sulla schermata cercando di individuare solo il banco di acciughe che si aggirano nel basso fondale indisturbato. Se ci fossero dei predatori in giro, la palla sarebbe molto più concentrata con un colore molto compatto tendente al rosso scuro.

Pesca in mare dalla barca_ecoscandagli_schermate_pesci_fondali_walter ferraro_05
IMMAGINE 2 – I RUMORI SONO PRESENTI. A VOLTE POSSONO RIVELARSI UTILI PER CAPIRE DI PIU’ DI COSA SUCCEDE SOTTO LA BARCA.

In base a ciò che vogliamo ottenere, regoleremo il nostro strumento di conseguenza. Nella foto 5 abbiamo la stessa immagine di prima, regolata però in modo da poter vedere alcuni dettagli in più. Per esempio, il nostro piombo a 80 metri di profondità (linea orizzontale). E poi, un altro piombo che è sceso mentre stavamo calando una lenza, “cadendo” appena sotto la mangianza. Vediamo anche la pastura di sardine che cadono nei primi metri, e che escono dal cono alla quota di circa 20 metri, indicandoci una corrente medio forte. Infine, anche un termoclino abbastanza uniforme su tutta la profondità.

Cos’è quella macchia sull’ecoscandaglio da pesca?