Campione del mondo di pesca morto suicida

Si uccide studente di Ingegneria di 23 anni, aveva conquistato titoli mondiali. In una lettera ai genitori ha spiegato il suo addio con il male di vivere

Era un campione di pesca, ha conquistato titoli nazionali e podi mondiali. Si era anche laureato campione del mondo per club con il gruppo dell’Asd Pescatori Montello. Christian Rosolen, 23 anni, studente universitario di Cordignano, si è tolto la vita domenica notte lasciando costernazione e dolore in un intero paese.

È stato il padre  a trovarlo impiccato in un deposito attrezzi ad Orsago. Ai familiari ha lasciato una toccante lettera d’addio. Un gesto inspiegabile per gli amici e i tanti pescatori che lo conoscevano, dettato probabilmente da un male di vivere che lo ha sconfitto.

Campione del mondo di pesca morto suicida

Marcello Guadagnino

Nato a Palermo il 14 giugno 1980, laureato in biologia marina, specializzato in gestione delle risorse acquatiche. Esperto di elasmobranchi, redattore per riviste del settore come Mondosommerso dove curava la rubrica “biologia marina” porta avanti anche la rubrica “Per saperne di più a pesca” di Mondobarcamerket e collabora con la rivista ABC della pesca in mare. Si occupa anche della realizzazione di video/documentari relativi all’ambiente. A Selinunte è il direttore del centro di educazione ambientale per il mare Mondomare. Autore di libri sul mare editi da Magenes editoriale si occupa anche di nautica, pesca sportiva, viaggi, e biologia marina.